fbpx

Macfrut Innovation Award

Macfrut Innovation Award

Macfrut Innovation Award: dal caviale di limone al gelato dal fruttivendolo, assegnati premi ‘Tech’ dell’ortofrutta italiana.

Rinnovata la partnership tra l’informatore agrario e Cesena fiera. Emilia Romagna in testa con 16 medaglie.

Dal finger lime, il “caviale di limone” ai pomodori colorati che proteggono dai radicali liberi, all’Oliviatrap, il ‘grande fratello’ che monitora a distanza gli insetti infestanti delle piante da coltivazione.

Dall’armadietto refrigerato per la consegna di prodotti agroalimentari freschi acquistati on line, al “Gelato PopApp”, la postazione compatta per i punti vendita di frutta e verdura, Gdo compresa, per produrre gelato artigianale a vista e on demand fino alla patata prêt-à-manger.

Sono alcune delle 36 innovazioni insignite del Macfrut Innovation Award (MIA) 2017, il premio organizzato da Cesena Fiera e da L’Informatore Agrario, il settimanale degli agricoltori professionali che per il terzo anno consecutivo consolida la partnership con la manifestazione di riferimento del settore ortofrutticolo in programma dal 10 al 12 maggio al Rimini Expo Centre.

Innovazione, sostenibilità ambientale ed economica e miglioramento della qualità dei prodotti: sono i criteri con cui la commissione di esperti ha vagliato le oltre 80 candidature provenienti da aziende italiane e straniere per le 8 sezioni del premio, che nella sua 3^ edizione assegna complessivamente 9 medaglie d’oro, 15 d’argento e 12 di bronzo.

Questa terza edizione del Macfrut Innovation Award evidenzia la forte propensione all’innovazione delle aziende collegate a questa filiera – commenta Antonio Boschetti, direttore de L’Informatore Agrario -. L’innovazione è la chiave per garantire una maggiore competitività qualitativa e produttiva anche sui mercati internazionali che, l’anno scorso, hanno assorbito 4,9 miliardi di euro di prodotti ortofrutticoli italiani freschi.
Questo riconoscimento è la testimonianza diretta della capacità delle aziende di sapere innovare – afferma Renzo Piraccini, Presidente di Macfrut – di accettare la sfida del mercato globale da protagonisti. Innovazione e internazionalizzazione sono le chiavi di volta del sistema ortofrutticolo italiano: i due cardini su cui si fonda la 34esima edizione di Macfrut.

Nella classifica regionale, l’Emilia Romagna si conferma in pole position sul fronte dell’innovazione con 16 medaglie su 36 (4 ori, 5 argenti e 7 bronzi).

TRA I PREMIATI MIA 2017
Categoria ‘Sementi e cultivar per prodotti ortofrutticoli freschi e trasformati’.
È il finger lime, il caviale di limone, a conquistare la medaglia d’oro per la categoria ‘sementi e cultivar per prodotti ortofrutticoli freschi e trasformati’ del MIA 2017.

Agrume naturale autoctono australiano, il finger lime è coltivato in Sicilia, Calabria e, in serra, anche nel Lazio.

Versatile negli abbinamenti, dall’ostrica alla carne e dal formaggio al cioccolato, si presenta con una polpa a perline trasparenti simili al caviale (Consorzio Finger Lime, Milano).

Lamboseeds (Sant’Agata Bolognese, BO) si aggiudica la medaglia d’argento per la stessa categoria, sezione ricerca italiana, grazie ai suoi pomodori colorati ad alto tasso salutistico.

Rossi, arancioni, marroni o verdi – nelle varietà Billia, Sole, Morettino e Roar – questi pomodori sono ricchi di licopene, carotene e antiossidanti e sono i giusti alleati del colesterolo buono e proteggono dai radicali liberi.

A pari merito anche il pomodoro “Mini plum” di IsiSementi Spa (Fidenza, Parma) dal colore arancione brillante ricco di betacarotene e lo “Zigone F1”, il pomodoro ibrido cuore di bue di taglia contenuta per monoporzioni by Top Seeds Italia (Terracina, Latina).

Categoria ‘Macchine e attrezzature per la coltivazione dei prodotti ortofrutticoli’.

OliviaTrap di Agronomics (Perugia) sale sul podio della categoria ‘macchine e attrezzature per la coltivazione dei prodotti ortofrutticoli’: una sorta di ‘grande fratello’ che consente di monitorare a distanza gli insetti infestanti come la mosca dell’olivo.

Grazie a un dispositivo in campo, lo strumento è in grado di scattare foto, anche degli insetti più piccoli, e di trasmetterle via web ogni 24 ore insieme ad altre informazioni quali la temperatura, l’umidità e la pressione rilevata a terra.

Medaglia d’argento per Bosch con Deepfield Connect, il sensore intelligente che invia i parametri microclimatici rilevati direttamente su smartphone.

Categoria ‘Logistica e servizi’.
Mantenere la freschezza dei prodotti agroalimentari acquistati è l’obiettivo dell’armadietto refrigerato WepickLockers (Agronomics, Perugia), medaglia d’oro MIA 2017 per la ‘logistica e servizi’.

L’armadietto è la risposta all’ultimo miglio per l’acquisto on line di prodotti freschi.

La consegna avviene in punti di ritiro ad elevata frequentazione, in box sigillati (apribili con un codice inviato via sms) a temperatura e umidità controllata.

Trasformare la frutta rimasta invenduta nei banchi della Gdo in gelato, evitando così gli sprechi giornalieri.

È il Gelato PopApp di Ifi (Tavullia – Pesaro-Urbino, medaglia di bronzo); una postazione compatta di soli 5 m2, che include tutto il processo produttivo del gelato, dalla scelta della materia prima fino alla vendita materia prima fino alla vendita, il tutto a vista.

Categoria ‘IV e V gamma’.
La patata ‘Pronta per te’ (Pizzoli, Budrio – BO) è invece la medaglia d’oro per la categoria IV e V gamma.

Di varietà selezionata, cotte al vapore, pelate e senza conservanti, le patate sono così prêt-à-manger.

Le premiazioni saranno il 10 maggio al Macfrut.

Condividi questa News

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su whatsapp
Condividi su tumblr
Condividi su pinterest
Condividi su email

ECONOMIA&FINANZA

MONDO AGRICOLO

OCM/PSR/PAC

Categorie