fbpx

Danni da gelate, per i produttori di Kiwi interviene Coldiretti

Danni da gelate, per i produttori di Kiwi interviene Coldiretti

Si parla di disastro, di coltivatori disperati, e di certo si sta rischiando di commentare una delle peggiori campagne di raccolta dei kiwi dai tempi della batteriosi.

La zona di Velletri, ma anche Cisterna di Latina, è stata così duramente colpita dal freddo inatteso di metà aprile che la perdita di raccolto, secondo le stime, potrebbe arrivare al 70%.

Roberto Scano, direttore della Coldiretti di Roma, ha invitato gli imprenditori agricoli danneggiati “che non hanno ancora richiesto la verifica dei danni subìti” a provvedere velocemente, data l’importanza degli accertamenti sia “ai fini del sostegno alle richieste di calamità che i comuni coinvolti devono depositare in Regione, sia perché risulteranno dirimenti al momento di quantificare gli eventuali risarcimenti”.

Anche l’assessore regionale all’Agricoltura, Carlo Hausmann, si è mosso e ha convocato un tavolo di lavoro per procedere anche alla conta ufficiale dei danni.

Il problema, com’era prevedibile, riguarda in particolare i i comuni dei Castelli Romani, più alti e notoriamente più freddi di quelli dell’agro pontino, dove il gelo è arrivato nel delicatissimo momento della ripresa vegetativa di primavera.

Solo a Velletri nelle zone colpite si produce su 5.000 ettari, con una resa di 400 quintali per ettaro. In almeno la metà di essi – ha spiegato il segretario di zona della Coldiretti, Elvino Pasquali – il raccolto è compromesso.

Da quanto si apprende la Coldiretti chiederà al tavolo agroalimentare del 5 maggio il riconoscimento della calamità e la sospensione degli adempimenti previdenziali e fiscali per gli agricoltori colpiti.

Condividi questa News

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su whatsapp
Condividi su tumblr
Condividi su pinterest
Condividi su email

ECONOMIA&FINANZA

MONDO AGRICOLO

OCM/PSR/PAC

Categorie