fbpx

Si avvicina Halloween e la zucca diventa l’ortaggio di culto

Si avvicina Halloween e la zucca diventa l’ortaggio di culto

Che dipenda dall’usanza americana di usarle per la notte di Halloween o no rimane il fatto che la zucca sta diventando un ortaggio di culto anche in Italia.

E per fortuna, visto che era ingiustamente relegata ad alcuni periodi dell’anno e alle zone di produzione.

In realtà la zucca si presta a molteplici preparazioni, anche molto gustose, e soprattutto può far bene.

Sia perché è un ortaggio a ridotto apporto di calorie, parliamo di meno di 30 Kcal ogni 100 grammi, per non parlare dei grassi che si fermano a 0,1 grammi, pochi carboidrati (7 grammi), zero colesterolo e soprattutto apporto interessanti in Sali Minerali (potassio, magnesio, calcio) e vitamine del gruppo B, C ed E.

Infine, ultimo ma forse più importante, il beta-carotene, che ha un grande valore antiossidante.

Valori che sono diventati fulcro di campagne web oltre che offline, spinte anche dalle molte e diverse varietà che sono emerse sul mercato negli ultimi anni.

Dalle gialle alle arancioni, dalle tonde alle oblunghe, le zucche ormai sono davvero per tutti i gusti e rappresentano in effetti una valida alternativa alla rotazione colturale di molte aziende.

Se la Lombardia è la prima regione italiana per produzione, molti altri sono i territorio che si stanno allargando a questa novità, che poi proprio nuova per l’ortofrutta italiana non era.

 

Condividi questa News

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su whatsapp
Condividi su tumblr
Condividi su pinterest
Condividi su email

ECONOMIA&FINANZA

MONDO AGRICOLO

OCM/PSR/PAC

Categorie