fbpx

Sagra della “Falia e Broccoletti” a Priverno il 24-25 Febbraio

Sagra della “Falia e Broccoletti” a Priverno il 24-25 Febbraio

Le feste popolari sono in assoluto la migliore occasione per mettere in luce le ricchezze di un territorio come il Lazio, dove il settore agricolo e quello enogastronomico si contraddistinguono per la loro unicità. 

 In particolare modo la sagra della “Falia e Broccoletti”, che si svolge ogni anno a Priverno, è un esempio lampante di questo tesoro inestimabile.

Nel cuore della valle privernese, dove scorre il fiume Amaseno, si coltiva una varietà di broccoletti (Brassica Oleracea) conosciuti localmente come “chiacchietegli”.

A renderli così particolari il colore viola dei boccioli ed il sapore molto delicato, che ne permette il consumo fresco e la conservazione sott’olio. 

L’origine di questo ortaggio rimane tutt’oggi un mistero.

I produttori si tramandano la semente di padre in figlio ed ogni anno, in estate, si occupano della semina in semenzaio e del successivo trapianto in campo.

La raccolta viene effettuata scalarmente a partire dall’ultima settimana di dicembre fino al periodo di Pasqua.

Durante le festività natalizie cominciano a sbocciare i primi germogli violacei, radi e molto ramificati e verso fine gennaio/inizio febbraio, sono pronti per essere rimossi.

Inizialmente si effettua una cimatura sull’infiorescenza centrale e successivamente la pianta emette germogli laterali che devono essere raccolti prima della fioritura.

Il procedimento è molto simile alla cosiddetta “scacchiatura” della vite ed il soprannome “chiacchietegli” deriva proprio da questa similitudine.

Oltre ad essere gustati freschi, i broccoletti privernesi sono i protagonisti di numerose ricette.

Una tra le più celebri è la “zuppa di chiacchietegli”, accompagnata con pane raffermo ed olio extravergine d’oliva locale.

Gli olivicoltori di Priverno producono un olio monovarietale (Itrana 100%), tipico del Lazio, dal colore giallo-verde e dal sapore intenso.

Questi due prodotti sono i più rappresentativi della gastronomia locale insieme alla falia, un tipo di pane dalla forma allungata che si prepara con un’antica ricetta.

La bontà delle materie prime utilizzate (acqua, farina, lievito naturale e olio extravergine d’oliva) lo rendono un tipo di pane adatto ad essere accompagnato con qualsiasi pietanza.

Il sodalizio perfetto però lo raggiunge proprio con i broccoletti della Valle dell’Amaseno.

La Sagra istituita in onore di questo gustoso sodalizio, che avrà luogo il 24 e 25 febbraio, può inoltre essere un’ottima occasione per lasciarsi coinvolgere dalla musica e dai giochi popolari, per passeggiare tra i mercatini di artigianato e per visitare un centro storico ricchissimo, tra cui vanno annoverate le chiese di San Benedetto, San Giovanni Evangelista e Santa Maria Annunziata.

27332082_868146023368254_1464661050319330537_n

Condividi questa News

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su whatsapp
Condividi su tumblr
Condividi su pinterest
Condividi su email

ECONOMIA&FINANZA

MONDO AGRICOLO

OCM/PSR/PAC

Categorie