fbpx

La Commissione si muove per bandire le pratiche di commercio sleali

La Commissione si muove per bandire le pratiche di commercio sleali

Il 12 Aprile, la Commissione europea ha espresso la volontà di bandire le pratiche di commercio sleale presenti nella filiera agroalimentare.

Tra gli esempi di queste pratiche: i pagamenti tardivi per i prodotti deperibili, la cancellazione all’ultimo momento degli ordini e le modifiche unilaterali o retroattive dei contratti.

In particolare, la Commissione intende promuovere la creazione di un’autorità pubblica per ognuno degli Stati Membri, con il compito di garantire l’applicazione di queste norme a livello nazionale.

Tali misure, intendono aiutare chi più di tutti soffre di queste scorrettezze nella filiera, cioè i piccoli e medi produttori.

Fonte: Commissione europea

https://europa.eu/rapid/press-release_IP-18-2702_en.htm

Condividi questa News

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su whatsapp
Condividi su tumblr
Condividi su pinterest
Condividi su email

ECONOMIA&FINANZA

MONDO AGRICOLO

OCM/PSR/PAC

Categorie