fbpx

Ismea sul consumo dell’olio d’oliva

Ismea sul consumo dell’olio d’oliva

Ismea ha presentato delle considerazioni sul consumo e in particolare sul consumatore dell’olio d’oliva in Italia.

Considerando l’arco temporale tra il 2008 e il 2017, un primo punto importante è lo spazio fornito alle diverse tipologie di olio nella grande distribuzione: il cambiamento più significativo lo ha subito l’olio extravergine di oliva, passato dal 13,3% al 26,6%.

Per quanto riguarda il consumatore, bisogna segnalare subito l’aumento della spesa media, passata dai 4,2 euro agli 8,2.

Come punto negativo rimane la confusione nelle indicazioni riportate in etichetta, cosa che porta più della metà degli acquirenti a spendere tra i 2 e i 5 minuti davanti agli scaffali per scegliere il prodotto.

Fonte: Ismea

https://www.ismea.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/10269

Condividi questa News

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su whatsapp
Condividi su tumblr
Condividi su pinterest
Condividi su email

ECONOMIA&FINANZA

MONDO AGRICOLO

OCM/PSR/PAC

Categorie