fbpx

Contributo per lo smaltimento, luglio mese “caldo” per gli olivicoltori

Contributo per lo smaltimento, luglio mese “caldo” per gli olivicoltori

Destinatario è il CONOE, ovvero il Consorzio nazionale di raccolta e di trattamento oli e grassi vegetali ed animali esausti, mentre “fornitori” sono in un certo senso gli agricoltori italiani.

Da luglio infatti è previsto per legge che gli olivicoltori paghino un “contributo” per lo smaltimento al CONOE, tassa applicata – a certe condizioni – addirittura nella versione extravergine. 

La problematica, solo l’ultima di un settore che certo non dà segnali di benessere, è stata evidenziata dal Consorzio Nazionale degli Olivicoltori (CNO) che ha chiesto al Ministero di trovare un compromesso che non pregiudichi la stessa sussistenza di molte realtà di piccole e medie dimensioni, già vessate da controlli e tassazione, nonché da una concorrenza spesso spietata. 

La novità infatti non sembra rientrare nella casistica tipica della filiera agroalimentare, il che rende gli olivicoltori ancor più indispettiti.

Condividi questa News

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su whatsapp
Condividi su tumblr
Condividi su pinterest
Condividi su email

ECONOMIA&FINANZA

MONDO AGRICOLO

OCM/PSR/PAC

Categorie